condividi
stampa
  • facebook
  • twitter
  • google+

Chi siamo

infoDescrizione

ERPAC (Ente Regionale per il Patrimonio Culturale del Friuli Venezia Giulia) nasce dalle esigenze di riordino del sistema Regione-Autonomie locali avviato dalla legge regionale n.26 del 12 dicembre 2014 con la quale si è inteso individuare le dimensioni ottimali per l'esercizio delle funzioni amministrative degli enti locali, definire l'assetto delle forme associative fra i Comuni e riorganizzare le funzioni amministrative. In questo quadro, un'attenzione particolare è stata riservata alla gestione dei musei e delle istituzioni culturali appartenenti alle Province di Gorizia e Pordenone a proposito dei quali l'articolo 32 della citata legge ne ha predisposto il trasferimento delle funzioni alla Regione secondo uno specifico cronoprogramma avviato il 1 luglio 2016.
La necessità di mettere in sinergia le conoscenze, le risorse umane, tecniche e finanziarie disponibili sul territorio regionale per tutelare la conservazione, il restauro e la gestione del patrimonio culturale hanno dunque portato alla costituzione dell'Erpac, ente funzionale della Regione dotato di personalità giuridica di diritto pubblico, di autonomia scientifica, amministrativa, finanziaria, patrimoniale, sottoposto alla vigilanza e al controllo della Regione.

Tre sono i servizi in cui si articola:
- Il Servizio catalogazione, formazione e ricerca, con sede presso la Villa Manin di Passariano di Codroipo (UD), si occupa della catalogazione sistematica del patrimonio culturale del Friuli Venezia Giulia, attività cui si affianca la gestione, l'incremento e la valorizzazione dell’Archivio multimediale della memoria dell’emigrazione regionale (AMMER) ubicato nella stessa sede. Svolge funzioni di supporto tecnico-scientifico e di consulenza per la programmazione e l’attività del sistema museale e bibliotecario regionali, promuovendo nel contempo attività didattica e formativa rivolta agli operatori dei beni culturali, dei musei e delle biblioteche. Effettua e coordina inoltre studi e ricerche nel settore dei beni culturali in ambito regionale, promuove ricerche archeologiche anche mediante attività di scavo e gestisce la Scuola regionale per il restauro con sede a Gorizia.
- Il Servizio promozione, valorizzazione e sviluppo del territorio gestisce e valorizza il compendio di Villa Manin, del suo parco e degli altri beni culturali, istituti e luoghi della cultura regionale (anche attraverso l'integrazione con il polo museale del Friuli Venezia Giulia) sostenendone pure lo sviluppo di attività espositive. Si occupa della promozione e dell'ospitalità di residenze culturali e della promozione o partecipazione diretta a iniziative speciali di sviluppo dell'offerta culturale e turistica regionale.
- Il Servizio Musei e Archivi storici gestisce gli archivi storici, le biblioteche di competenza regionale e i musei di proprietà o comunque nella disponibilità della Regione valorizzandone le collezioni. Promuove la diffusione della conoscenza e la fruizione del patrimonio di beni affidato al Servizio anche attraverso l'organizzazione di mostre su tematiche inerenti i beni delle collezioni museali gestite investendo in modo particolare sull'attività didattica che si svolge nelle singole sedi museali e sui campi di battaglia in cui si è combattuta la Grande Guerra. Promuove inoltre modalità alternative di fruizione del patrimonio come i laboratori didattici rivolti alle scuole e visite guidate teatralizzate realizzate in collaborazione con partner culturali del territorio.