condividi
stampa
  • facebook
  • twitter

Risultati della ricerca

  • L’Atelier dei fiori incontra l’Orto botanico di Padova

    Da sabato 18 a lunedì 20 maggio 2019 una piccola selezione della mostra “L’Atelier dei fiori. Gli abiti di Roberto Capucci incontrano le immagini di Massimo Gardone”, dedicata agli abiti/scultura di Roberto Capucci e conclusa da pochi giorni al Museo della Moda e delle Arti Applicate di Gorizia (Borgo Castello, 13), sarà ospite dell’Orto botanico di Padova.

    Il progetto espositivo originario “L’Atelier dei fiori”, ideato dalla Fondazione Roberto Capucci e dal fotografo Massimo Gardone, trova così, nell’orto botanico più antico al mondo, un luogo straordinario in cui mettere in relazione la produzione dei due artisti e la natura espressa nel suo massimo splendore.


    Forme della natura, forme dell’arte.
    Conferenza-incontro con Roberto Capucci e Massimo Gardone.

    Domenica 19 maggio alle 15.30 Roberto Capucci e il fotografo Massimo Gardone saranno a disposizione del pubblico nella sala delle Colonne dell'Orto botanico per rispondere a curiosità e domande sul loro lavoro artistico e creativo.

    Alle 16 Roberto Capucci e Massimo Gardone si sposteranno nell’Auditorium per raccontare il costante dialogo tra arte e natura, fonte d’ispirazione per le loro creazioni. Interverrà anche Barbara Baldan, prefetto dell’Orto botanico di Padova.

    Durante l’evento sarà possibile acquistare una copia del catalogo della mostra. All’incontro seguirà il firmacopie.

    L’attività è gratuita, su prenotazione, fino a esaurimento posti.
    (Per partecipare all’evento si accede dalla biglietteria, a partire dalle ore 15)


    Orari di apertura:
    sabato 18 maggio dalle 14 alle 19
    domenica 19 e lunedì 20 maggio dalle 9 alle 19


    Per maggiori informazioni:
    Web: http://www.ortobotanicopd.it/it/latelier-dei-fiori-incontra-lorto-botanico


    L'evento è promosso dall'Orto botanico di Padova e dalla Fondazione Roberto Capucci, in collaborazione con ERPAC - Ente Regionale Patrimonio Culturale della Regione Friuli Venezia Giulia e Grafiche Antiga.
    keyboard_arrow_right