condividi
stampa
  • facebook
  • twitter

#coronanonsolovirus - XII puntata

infoDescrizione

"Corona: non solo virus"
La corona d'Avvento

Un'altra puntata della nostra rubrica sulle diverse accezioni e declinazioni del termine "corona".

Nella liturgia cristiana l’Avvento (dal latino adventus: venuta, arrivo) costituisce un periodo di quattro settimane di attesa e preparazione del Natale.
La corona d’Avvento è una tradizione densa di significati simbolici che ha avuto origine nel Nord Europa, più precisamente in Scandinavia, e ha preso piede nelle comunità cristiane di molti Paesi, travalicando anche dal contesto religioso per diventare una delle decorazioni natalizie più amate in tutto il mondo.

La corona d’Avvento consta di un supporto circolare - a simboleggiare l’eternità, il ciclico ritorno del tempo, della natura e l’attesa del ritorno di Cristo - rivestito di rami di piante sempreverdi, solitamente conifere, anch’esse simbolo di eternità. Nel linguaggio simbolico dei colori, inoltre, il verde rappresenta la vita e la speranza.
Le quattro candele stanno a significare le quattro settimane del tempo d’Avvento: se ne accende una in più ogni domenica, quindi la luce via via aumenta con l’appressarsi del Natale.

Dal colore originario, quello naturale della cera, si è evoluta una simbologia cromatica che prevede l’impiego del viola (colore liturgico dell’Avvento) e del rosa, quest’ultimo riservato alla terza domenica come segno del Natale ormai vicino.

In chiesa la corona d’Avvento si colloca in bella evidenza vicino all’altare. In casa pende dal soffitto, sorretta da nastri, oppure trova un posto d’onore al centro della tavola.

local_offerTag